Cerca

Assistenza internazionale ai clienti: (+357) 22314160

Trading sul Forex e CFD a margine comportano un alto livello di rischio

Teletrade News

Aprile 2014 23

I tassi d’interesse negli U.S.A. e in U.K. rimangono invariati

Financial indicators - Teletrade I punti salienti del calendario economico durante la scorsa settimana sono stati: le conferenze di Marzo della Fed, della BoE e della Boj; l’uscita del dato sui reclami di disoccupazione e il rapporto sull’inflazione dei prezzi alla produzione; il ritorno sui mercati finanziari da parte della Grecia.

Verbale Fed di Marzo

L’incontro per il verbale della Fed relativo a Marzo tenutosi il 9 Aprile 2014, ha sancito che i policymakers hanno deciso di mantenere il tasso di interesse di riferimento a livelli prossimi allo zero, fino a quando l'inflazione non si sposterà più in alto.Il board ha deciso all'unanimità di fissare una soglia che farebbe aumentare i tassi di interesse, consistente nel raggiungimento della soglia del 6,5% per la disoccupazione accompagnata da una un tasso di inflazione del 2,5%.

Attualmente, il tasso di disoccupazione si attesta al 6,7%, non lontano dal valore soglia, mentre il tasso d’inflazione resta ben al di sotto del 2,5%. La decisione della Fed di impostare una soglia per l’aumento del tasso, ha dato la sensazione che i tassi di interesse rimarranno bassi ancora per qualche tempo a venire, anche dopo gli strascichi del programma di acquisto di bond.

Richieste sussidi di disoccupazione e Indice dei Prezzi di Produzione negli Stati Uniti

Giovedì 10 Aprile il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha riferito che il numero di persone richiedenti un sussidio di disoccupazione nella settimana terminata il 5 Aprile, è diminuito di 32.000 attestandosi a 300.000, livello più basso da Maggio 2007. Le richieste della settimana precedente erano state riviste al rialzo a332.000, mentre gli economisti avevano previsto inizialmente una discesa dei reclami per disoccupati a 320.000. La media delle ultime quattro settimane delle richieste per disoccupazione è sceso a 316.250 da 321.000 della settimana precedente, il più basso da fine settembre 2013.

Anche i sussidi continuativi di disoccupazione sono scesi a 2,77 milioni, numero più basso da Gennaio 2008. Queste cifre riflettono il minor numero di cittadini americani che usufruiscono del deposito per indennità di disoccupazione da prima dell'ultima recessione; ciò indica un progresso nel mercato del lavoro.

Il giorno dopo, i dati ufficiali rilasciati dal Bureau of Labor Statistics ha riferito che il Producer Price Index, che misura la variazione dei prezzi di vendita, nel mese di Marzo è aumentato dello 0,5%, dopo un calo dello 0,1% a Febbraio; la stima media era per un aumento dello 0,1%. L'inflazione dei prezzi alla produzione, al netto di energia, commercio e cibo, è salito dello 0,6% a Marzo, contro le previsioni che anticipavano un aumento dello 0,2%, dopo un calo dello 0,2% del mese precedente.

Resoconto BoE di Marzo

Giovedì 10 Aprile la Banca d'Inghilterra ha mantenuto il tasso di interesse di riferimento allo 0,50%, invariato da Marzo 2009,così come i funzionari cercano di decifrare la misura della capacità inutilizzata nell'economia. Nello specifico, questa decisione è stata ampiamente prevista da gli economisti. La BoE ha inoltre dichiarato di voler mantenere il programma di acquisto di asset per 375 bilioni di £.

L'incontro è avvenuto in presenza di segnali di rafforzamento della ripresa economica del paese, sull’onda dei dati pubblicati all'inizio della settimana, come dimostrato dalla produzione industriale che è cresciuta oltre le aspettative degli economisti nel mese di Febbraio.

Il Comitato di Politica Monetaria ha dichiarato che non intende contemplare l'aumento dei costi di indebitamento, almeno fin quando il tasso di disoccupazione non scenderà al 7% (attualmente è al 7,2%).Si prevede che la BoE incrementerà il suo tasso di interesse di 25 punti base entro Maggio 2015.

Il ritorno della Grecia sui mercati finanziari

Nel frattempo nella zona Euro la Grecia ha fatto un rientro soddisfacente sui mercati finanziari raccogliendo Giovedì 10 Aprile 3 bilioni di € nella sua prima asta di bond dal 2010, quando il paese entrò nel programma di salvataggio. La Grecia ha messo all'asta 3 bilioni di € di obbligazioni di riferimento a 5 anni a un rendimento del 4,95%, con ordini superiori a € 20 miliardi. I Traders hanno guardato con ottimismo al ritorno della Grecia sui mercati obbligazionari, come un ulteriore segno che la ripresa economica della zona Euro sta prendendo vigore.

Dollaro U.S.A.

Nonostante i dati ufficiali ottimistici sulle richieste iniziali di disoccupazione di Giovedì 10 Aprile, questi numeri hanno inciso poco sull’apprezzamento del dollaro.I Traders hanno continuato a guardare con diffidenza alla moneta, seguendo i resoconti della Fed che indicano l’improbabilità di un aumento dei tassi di interesse nel breve termine. Mentre il Venerdì, il biglietto verde si è rafforzato contro le altre principali valute, con l’uscita dei dati di inflazione migliori del previsto supportati dalla domanda di valuta.Il dollaro è salito contro l'euro, con EUR/USD in calo dello 0,15% a 1,3867.

Euro e Sterlina

Giovedì l'euro ha trovato supporto nel ritorno con successo della Grecia ai mercati obbligazionari, al termine di un esilio di quattro anni. Durante la sessione di trading negli Stati Uniti, EUR/USD è salito dello 0,27% a 1,3893. Altrove, EUR/USD ha toccato quota 1,3875, massimo dal 24 Marzo e scambiato per ultimo a 1,3869.

Dopo l'uscita del rapporto della BoE in cui viene lasciato invariato il tasso di interesse allo 0,50%, Giovedì la sterlina si è deprezzata nei confronti del dollaro con GBP/USD giù dello 0,02% a 1,6790. Il pound si è attestato leggermente al ribasso anche nei confronti dell'euro, con EUR/GBP che guadagna lo 0,21% a 0,8266. Venerdì scorso la sterlina ha seguito lo stesso corso nei confronti del dollaro, con GBP/USD che cade dello 0,34% a 1,6727.

Yen

Giovedì 10 Aprile il biglietto verde è sceso nei confronti dello yen, con USD/JPY in calo dello 0,55% a 101,43. Venerdì scorso, però, il dollaro è stato scambiato più alto rispetto allo yen, dopo che nel meeting della BoJ di Marzo la stessa banca centrale continuerà a cercare misure di allentamento quantitativo e qualitativo, alimentando così le preoccupazioni per l'attuazione delle misure addizionali di stimolo nel prossimo futuro. USD/JPY è salito a quota 101,86 durante la sessione Asiatica.

AUD/CAD/NZD

Giovedì il dollaro aveva effetti “misti” contro le sue controparti in Australia, Canada e Nuova Zelanda; AUD/USD in rialzo dello 0,37% a 0,9425, USD/CAD ha guadagnato lo 0,39% a 1,0923 e NZD/USD è sceso dello 0,20% a 0,8697. Il dollaro australiano ha trovato supporto nei dati ufficiali rilasciati in precedenza che hanno visto un incremento di 18.100 individui occupati in Australia a Marzo, ben al di sopra delle previsioni di un aumento di 5.000 unità; il tasso di disoccupazione del paese è sceso del 5,8% a Marzo, dallo 6,1% di Febbraio.

Venerdì scorso, il dollaro è stato scambiato in misura superiore contro tutti i suoi “cugini”, con la coppia AUD/USD sceso dello 0,27% a 0,9389, NZD/USD caduto dello 0,15% a 0,8667 e USD/CAD incrementato dello 0,39% a 1,0977.

Lo US Dollar Index che monitora il rendimento del dollaro rispetto ad altre sei major, è diminuito dello 0,20% a 79,44 il Giovedì, mentre ha guadagnato lo 0,15% a 79,60 il Venerdì.

Oro

I prezzi dell'oro hanno guadagnato oltre l'1% il Giovedi, dopo il rilascio del verbale della Fed. I Futures sull'oro con consegna Giugno è salito del 1,13% a $ 1.320.60 sulla “Comex division of the New York Mercantile Exchange”, il più alto dal 24 Marzo 2014. Il metallo prezioso è rimasto sostenuto il Venerdì, con negoziazioni alte per quasi tre settimane, con i futures sull'oro con consegna a Giugno negoziati a $ 1,322.10 l'oncia, in crescita dello 0,12%.

To maximize our visitors browsing experience TeleTrade uses cookies in our web services. By continuing to browse this site you agree to our use of cookies. If you disagree, you may change your browser settings at any time. Read more

  • © 2011-2016 TeleTrade-DJ International Consulting Ltd

    TeleTrade-DJ International Consulting Ltd is registered as a Cyprus Investment Firm (CIF) under registration number HE272810 and licensed by the Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) under license number 158/11.

    TeleTrade-DJ International Consulting Ltd opera in conformità con le direttive europpe MiFID.

  • Le informazioni contenute in questo sito hanno mero scopo informativo. Tutti i servizi e le informazioni provengono da fonti ritenute attendibili. TeleTrade-DJ International Consulting Ltd ( per brevità, "TeleTrade") e/o terzi fornitori di informazioni, non danno alcuna garanzia sui servizi erogati e sulle informazioni fornite. Utilizzando tali informazioni e servizi, l'utente accetta che TeleTrade non si assuma – in nessun caso – alcuna responsabilità nei confronti di qualsivoglia persona o ente per qualsiasi perdita o danno, in tutto o in parte imputabili all'affidamento su tali informazioni e servizi.

  • TeleTrade collabora con SafeCharge Limited, azienda specializzata in transazioni elettroniche autorizzata e regolamentata dalla Banca Centrale di Cipro, nonché uno dei principali membri di MasterCard Europe e Visa Europe. TeleTrade collabora anche con Moneybookers e Neteller, operatori che offrono servizi di e-wallet elettronici autorizzati e regolamentati dalla Financial Conduct Authority.

    Si prega di prendere completa visione di tutte le condizioni di utilizzo.

  • Per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori, TeleTrade DJ utilizza i cookie nei suoi servizi web. Continuando a navigare sul nostro sito, quindi, l'utente accetta di utilizzare i cookie. In caso di disaccordo è possibile modificare le impostazioni del browser in qualsiasi momento. Per saperne di più.

    TeleTrade-DJ International Consulting Ltd attualmente non offre i propri servizi a residenti o cittadini degli Stati Uniti d'America.

Служба технической поддержки:
8-800-200-31-00, support@teletrade-dj.com

  • Онлайн-консультация
  • Заказать звонок
  • Написать письмо
Connect with Us
Online
consultant
Request a callback
Top Page