Cerca

Assistenza internazionale ai clienti: (+357) 22314160

Trading sul Forex e CFD a margine comportano un alto livello di rischio

Teletrade News

Giugno 2014 19

Il Quantitative Easing sotto la lente d’ingrandimento

Il Quantitative Easing sotto la lente d’ingrandimento - Teletrade Il presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi ha rotto gli indugi: dopo anni di inflazione in calo ed un persistente ed elevato tasso di disoccupazione che affligge la zona euro, la banca centrale sta valutando di applicare uno degli esperimenti monetari più stravaganti di sempre - il quantitative easing. Utilizzando una tattica mai provata prima, la BCE sta di fatto entrando in un territorio inesplorato.

Preparatevi per la prossima grande sperimentazione dell'Eurozona

L'Eurozona è bloccata in una situazione di bassa inflazione dal 2011, con inflazione in calo nel corso degli ultimi due anni e mezzo allo 0,5% (Maggio 2014), che è nettamente inferiore all’obiettivo della BCE del 2%. Se rimane a tale livello per un lungo periodo di tempo, i mercati potranno registrare un calo dei prezzi o addirittura una fase di deflazione. L’aspettativa della discesa dei prezzi, può portare i consumatori a ritardare la spesa, in quanto essi presumono di poter acquistare in futuro beni ad un prezzo più contenuto, rallentando così i consumi. Un altro problema urgente che la Zona deve affrontare è la disoccupazione: anche se lentamente in calo, è ancora all’ 11,7%, mentre la disoccupazione giovanile è al 23,5%, con picchi anche del 56,9% in alcuni paesi.

Giovedì 5 Giugno 2014, dopo mesi di malcelate allusioni, la banca centrale ha annunciato la sua intenzione di adottare misure radicali per rilanciare l'economia. Tra gli altri, il Consiglio direttivo ha deciso di adottare le seguenti misure:

  • Tasso di rifinanziamento tagliato di 10 punti base da 0,25% a ​​0,15%, mentre il tasso di rifinanziamento marginale ribassato da 0,75% a ​​0,40%.
  • Tasso sui depositi ridotto da 0% a -0.10%; mossa che nessun altra banca centrale rilevante nel mondo aveva ancora tentato.
  • 400 bilioni di euro pompati nell'economia sottoforma di prestiti alle banche con un limite massimo del 7% al settore privato non finanziario, escludendo le “home lending”.

Ma il fatto rilevante resta la dichiarazione di Mario Draghi per cui la banca centrale sta considerando l’acquisto di asset come parte delle nuove misure. Dopo l'ultima soluzione risolutiva della Fed e Bank of England consistente nell’utilizzo del quantitative easing per superare la crisi finanziaria, la BCE è pronta, se necessario, a preparare un piano di acquisto di titoli asset-backed per iniettare liquidità e combattere l’inflazione.

Allora, in cosa consiste questo processo dal suono fantasioso?

Quantitative easing

Il Quantitative easing è una politica monetaria non convenzionale impiegata dalle banche centrali per stimolare l'economia, quando la politica monetaria convenzionale perde efficacia. Normalmente, le banche centrali cercano di aumentare la quantità di prestiti e di attività per l'economia in modo indiretto, abbassando i tassi di interesse. Tassi di interesse ridotti incoraggiano le persone a spendere soldi. Ma quando i tassi di interesse non possono andare più in basso, l’unica alternativa per una banca centrale è quella di iniettare denaro nell'economia direttamente, che è il processo di allentamento quantitativo. Si chiama quantitative easing (QE), perché l'unica cosa che viene attenuata in questo caso è la quantità di denaro.

Il modo in cui la banca centrale implementa il QE è con l'acquisto di attività finanziarie, di solito “mortgage backed securities” e titoli di stato, con i soldi che ha creato “ex nihilo” (dal nulla). Le istituzioni che vendono tali attività, sia banche commerciali che altre istituzioni finanziarie private, avranno quindi il denaro "fresco" nei loro conti e l'offerta di moneta aumentaterà.

La domanda accresciuta di tali beni aumenta le riserve in eccesso delle banche e spinge il loro prezzo di mercato, rendendoli così più costosi da acquisire, e di conseguenza spinge verso il basso il rendimento che offrono agli investitori, in modo da diventare un investimento meno attraente. Come risultato, le istituzioni che li hanno rivenduti possono utilizzare i guadagni per investire in altre società o in prestiti agli individui, piuttosto che in acquisto di altre attività. Ci si aspetta che con istituzioni private e banche commerciali ora più entusiasti di dare prestiti a soggetti commerciali e privati, i tassi di interesse che fanno pagare siano più appetibili, in modo che venga speso più denaro e l'economia risulti potenziata.

È l’equivalente che stampare moneta?

Ci sono economisti che sostengono che il QE equivale a stampare denaro - anche se è fatto elettronicamente accreditando sui conti bancari e non stampando soldi - come nel caso di aumento della base monetaria nel bilancio della Banca Centrale. Secondo il Trattato di Maastricht, gli Stati membri dell'UE non possono finanziare i propri disavanzi pubblici stampando moneta. Ecco perché, se applicata, la BCE dovrà acquistare attività finanziarie da istituti privati ​​e non direttamente dai governi. Le banche centrali che utilizzano questa forma di QE sostengono che sia diverso da stampare moneta, in quanto parte della loro politica monetaria di prevenzione della deflazione e non un aiuto al governo nel finaziamento del suo deficit. Inoltre, è una politica temporanea, come le banche anticipano la vendita di nuovi beni nel mercato quando l'economia si riprenderà.

Qual è la sfida?

Mentre uno dei principali obiettivi del QE è stimolare l’inflazione per prevenire la delazione, troppa inflazione potrebbe portare ad un risultato involontario. Se l'offerta di moneta aumenta troppo velocemente, può portare a più alti tassi di inflazione. Questo perché c'è ancora una quantità fissa di prodotti per la vendita, mentre sono disponibili più soldi per l'economia. Inoltre, le banche possono decidere di mantenere i fondi prodotti dal QE in riserva anziché utilizzarlo per prestiti verso aziende e privati.

Funziona?

Un rapporto della Banca d'Inghilterra riguardo l'esito del primo step di QE - pari a £200 miliardi di acquisti di titoli effettuati tra Marzo eNnovembre 2009 - ha indicato che questa politica ha contribuito ad aumentare la produzione economica annuale del Regno Unito tra il 1,5% e il 2%, il che implica che gli effetti del provvedimento sono stati significativi. Tuttavia, un certo numero di economisti hanno lamentato che dal QE avviato nel 2008, prestiti a privati ​​e imprese sono rimasti in letargo.

Il fatto è che nessuno sa quanto l'economia sarebbe stata in sofferenza se non fosse stato adottato il QE. Il redattore economico della BBC ha ammesso: "il quantitative easing potrebbe aver salvato l'economia da una depressione del credito guidato, ma non lo sapremo mai".

Quello che sappiamo, però, è che il QE ha avuto successo nella raccolta di indici azionari statunitensi e britannici. Così, mentre siamo in attesa che QE mostri il suo volto, possiamo approfittare di questa tendenza e realizzare un profitto decente nel breve e medio termine, commerciando in aumento sugli indici UE tramite CFDs.

To maximize our visitors browsing experience TeleTrade uses cookies in our web services. By continuing to browse this site you agree to our use of cookies. If you disagree, you may change your browser settings at any time. Read more

  • © 2011-2016 TeleTrade-DJ International Consulting Ltd

    TeleTrade-DJ International Consulting Ltd is registered as a Cyprus Investment Firm (CIF) under registration number HE272810 and licensed by the Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) under license number 158/11.

    TeleTrade-DJ International Consulting Ltd opera in conformità con le direttive europpe MiFID.

  • Le informazioni contenute in questo sito hanno mero scopo informativo. Tutti i servizi e le informazioni provengono da fonti ritenute attendibili. TeleTrade-DJ International Consulting Ltd ( per brevità, "TeleTrade") e/o terzi fornitori di informazioni, non danno alcuna garanzia sui servizi erogati e sulle informazioni fornite. Utilizzando tali informazioni e servizi, l'utente accetta che TeleTrade non si assuma – in nessun caso – alcuna responsabilità nei confronti di qualsivoglia persona o ente per qualsiasi perdita o danno, in tutto o in parte imputabili all'affidamento su tali informazioni e servizi.

  • TeleTrade collabora con SafeCharge Limited, azienda specializzata in transazioni elettroniche autorizzata e regolamentata dalla Banca Centrale di Cipro, nonché uno dei principali membri di MasterCard Europe e Visa Europe. TeleTrade collabora anche con Moneybookers e Neteller, operatori che offrono servizi di e-wallet elettronici autorizzati e regolamentati dalla Financial Conduct Authority.

    Si prega di prendere completa visione di tutte le condizioni di utilizzo.

  • Per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori, TeleTrade DJ utilizza i cookie nei suoi servizi web. Continuando a navigare sul nostro sito, quindi, l'utente accetta di utilizzare i cookie. In caso di disaccordo è possibile modificare le impostazioni del browser in qualsiasi momento. Per saperne di più.

    TeleTrade-DJ International Consulting Ltd attualmente non offre i propri servizi a residenti o cittadini degli Stati Uniti d'America.

Служба технической поддержки:
8-800-200-31-00, support@teletrade-dj.com

  • Онлайн-консультация
  • Заказать звонок
  • Написать письмо
Connect with Us
Online
consultant
Request a callback
Top Page